Un’alleanza tra le più importanti associazioni e aziende del Paese per combattere in modo più incisivo la piaga delle morti sul lavoro e un manifesto di azioni concrete per favorire il miglioramento del sistema prevenzionistico italiano e diffondere la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro, anche nelle piccole e medie imprese. È la svolta sancita questa mattina a Roma in occasione dell’Italian Summit HSE, il vertice nazionale su Salute, Sicurezza e Ambiente organizzato da Conflavoro PMI per favorire il confronto tra esperti, tecnici e istituzioni, politiche e non solo.

Al tavolo di lavoro anche Fondazione LHS, ente no profit attivo da oltre dieci anni e oggi realtà di riferimento in Italia, nell’industria e nella società, per il cambiamento culturale in ambito salute e sicurezza: “È stato un onore per me rappresentare Fondazione LHS all’Italian Summit HSE e portare la nostra visione sull’urgenza di fare fronte comune per dimezzare il numero di vittime sul lavoro nel nostro Paese entro il 2030” – commenta Davide Scotti, Segretario Generale di Fondazione LHS. “Eventi come questo dimostrano che siamo in un momento storico in cui le tematiche HSE riscuotono sempre più interesse: l’augurio è che questa attenzione si traduca in azioni concrete ed efficaci”.

A conferma della crescente sensibilità del mondo imprenditoriale verso un’emergenza che ogni anno, da anni, conta oltre mille vittime e decine di migliaia di infortuni avvenuti sui luoghi di lavoro, ecco l’arrivo di “Sistema HSE”, un network nato grazie al contributo di Fondazione LHS e che unisce le grandi aziende operative in Italia, con l’obiettivo di condividere conoscenze ed esperienze a favore del tessuto produttivo di piccole e medie imprese: l’impegno del mondo industriale in crescenti investimenti nella cultura sociale d’impresa segna un cambio di passo ormai diffuso rispetto alla logica del “profitto a tutti i costi” per far fronte alla gravità del tema sicurezza.

Ma come per tutti i problemi di origine culturale, il cambio di passo richiede una presa di consapevolezza collettiva sui rischi che l’inosservanza di regole e comportamenti prudenti può provocare, dentro e fuori dagli ambienti lavorativi. Strategico in tal senso sarà l’Osservatorio di Fondazione LHS, che avrà il compito di effettuare ricerche, diffondere informazioni e proporre linee guida sui temi di comportamento, leadership, comunicazione e cultura della sicurezza: l’obiettivo è stimolare il dibattito anche a livello mediatico e trovare nuove modalità in termini culturali per diffondere i valori della prevenzione e della sicurezza e ridurre il numero di incidenti mortali sul lavoro.

Scarica il documento